China Teaching resources - Schede Didattiche

Cina: Schede Didattiche

Ceramica, porcellane, immagini della religiosità popolare, dipinti, abiti, vestiti, usi e costumi
bg_monete3Jc.jpg

Come leggere le Monete Cinesi

P. Emilio Iurman

Fino alla proclamazione della Repubblica (1912), i Cinesi hanno sempre utilizzato iscrizioni e simboli

Fino alla Dinastia Tang (618) si utilizzarono nomi di città o misure di peso (es. An Yang, Wu zhu, Ban liang). In genere due ideogrammi, collocati sull'asse orizzontale della moneta.

Come leggere le Monete Cinesi
Come leggere le Monete Cinesi (ABDS)

A partire dai Tang si inaugurò l'usanza di apporre sulle monete un'iscrizione di 4 ideogrammi sul D/(ritto): 2 sull'asse verticale (generalmente il nome dell'Imperatore) e 2 su quello orizzontale (generalmente la denominazione della moneta).

Le coordinate per la lettura, sono qui indicate con: A(lto), B(asso), D(estra), S(inistra).

In talune Dinastie, piuttosto che il nome comune dell'Imperatore emittente si usò il nianhao o Titolo di Regno. Alcuni Imperatori usarono diversi di questi Titoli. 

Gli ideogrammi che trovano posto sull'asse orizzontale (non sempre viene rispettato questo ordine) designano la denominazione monetaria.

In Cina, tranne poche eccezioni, si usarono tre termini:

  • Tong bao (valuta corrente),
  • Yuan bao (valuta primaria);
  • Zhong bao (valuta pesante).

Quanto al R/(ovescio) delle monete, prima dell'avvento dei Tang era per lo più liscio.

  • Con i Tang si iniziò a porvi dei simboli: punti, lune, unghiate, nome della zecca o anno di emissione, secondo il calendario ciclico cinese.
  • Durante la Dinastia Qing (1644-1911) vi si posero 1 o 2 ideogrammi (in scrittura sia cinese che mancese) col nome della zecca.
Stili di scrittura: zhuan shu, li shu, cao shu, xing shu, kai shu
Stili di scrittura:
zhuan shu, li shu, cao shu, xing shu, kai shu

Tanti Imperatori portano tanta varietà di monete. La varietà è ancor maggiore se, come successo in talune Dinastie, si ricorse all'uso di scrivere uno stesso Titolo di Regno con diversi stili di scrittura.

In Cina esistevano ben 5 di questi stili:

  • zhuan shu (shu significa appunto scrittura) o stile sigillo;
  • li shu o stile clericale / amministrativo;
  • cao shu o stile corsivo / erba;
  • xing shu o stile corrente;
  • kai shu o stile regolare (standard).

Museo d'Arte Cinese ed Etnografico
Viale San Martino, 8
43123 PARMA PR, ITALIA
Tel. 0521-257.337
mail@museocineseparma.org

Missionari Saveriani
Copyright © 2018