Collezioni d'Arte Cinese

Chinese Art Collections ● Collections d'art chinois

Collezione Dipinti


Condividi  

Nella pittura cinese trionfa la semplicità, ma una semplicità così ricca di significato da poter essere congiunta ed identificarsi con profondi principi filosofici, morali, sociali e perfino ascetici. Ecco alcuni dipinti e calchi


Paesaggio
Paesaggio
Due cicogne
Due cicogne
Trampoliere
Trampoliere
Vecchi Pini
Vecchi Pini
Armoniosi richiami nello stagno
Armoniosi richiami nello stagno
L'imperatore Qianlong
L'imperatore Qianlong
Paesaggio
Paesaggio
Luohan
Luohan
Bodhidharma attraversa il Fiume Azzurro
Bodhidharma attraversa il Fiume Azzurro
Pini e Cicogne
Pini e Cicogne
Stele Cristiana
Stele Cristiana
Tempio di Wo Long Gang
Tempio di Wo Long Gang
Roccia e Bambù
Roccia e Bambù
Ritratto di Confucio
Ritratto di Confucio
Shouxing
Shouxing
Ritratto di Zhong Kui
Ritratto di Zhong Kui
  • Paesaggio
  • Due cicogne
  • Trampoliere
  • Vecchi Pini
  • Armoniosi richiami nello stagno
  • L'imperatore Qianlong
  • Paesaggio
  • Luohan
  • Bodhidharma attraversa il Fiume Azzurro
  • Pini e Cicogne
  • Stele Cristiana
  • Tempio di Wo Long Gang
  • Roccia e Bambù
  • Ritratto di Confucio
  • Shouxing
  • Ritratto di Zhong Kui
  • Paesaggio

    Paesaggio costituito da colline, rocce, cascate d'acqua e alberi. Alcune case sono sparse tra le rupi. Due figurine avanzano lungo una strada. Iscrizione e due sigilli al termine dell'iscrizione.
    Tecnica: China nera, tempera a pennello su carta.
    'Questa opera, sicuramente una imitazione della dinastia Qing, è stata eseguita da un pittore abbastanza dotato, che doveva avere una profonda conoscenza della 'Zhe pai' e la sapeva imitare bene. Potrebbe essere presentata come un esempio tipico di paesaggio della scuola Zhe'. (Prof. Luo Shiping)
    Laboratorio di restauro della carta 'Karibari', Venezia.
    Nel Museo dal 1911. Provenienza Henan.


    N° cna0515 - Dinastia Qing 1850-1900
    MISURE H. cm. 182. L. cm. 96.
  • Due cicogne

    Al centro del quadro sono raffigurate due cicogne. Dietro a loro, sulla sinistra del quadro, una pianta di pino, con un lungo ramo che scende verso il basso ed un pesco con fiori e frutti. Alcuni funghi (zhi) ai piedi del pino, e fiori ed arbusti sul declivio alla base del quadro.
    Il quadro è simbolico e, forse, si tratta di un dono di nozze. Le cicogne infatti rappresentano la fedeltà coniugale; le pesche sono simbolo di amore; i pini ed i funghi sono augurio di lunga vita.
    Tecnica: tempera a pennello su tela e carta e seta ritagliati.
    Laboratorio di restauro della carta 'Karibari', Venezia.
    Nel Museo dal 1902. Provenienza Daizhou (Shanxi).


    N° cna0576 - Dinastia Qing 1850-1900
    MISURE H. cm. 213. L. cm. 103.5.
  • Trampoliere

    La scena rappresenta un trampoliere, che si regge su una gamba sola, su uno scoglio, ed in atto di mangiare un pesce. Sette ideogrammi in alto, a sinistra: 'Dipinto di Shen Shi, l'oriundo di monte Qingmen', seguito da sigillo.
    Dall'ispezione del Prof. Luo Shiping: 'Pittura di Shen Shi (1488-1565), chiamato Qing Men Shan Ren, della dinastia Ming. Questo pittore dipingeva sopratutto paesaggi; questa pittura è eseguita con maestria, come si vede dall'uso del pennello e del colore; carta e colore sono antichi. Poche sono le opere rimaste di questo autore, per cui è un pezzo importante'.
    Tecnica: inchiostro su carta.
    Nel Museo dal 1911. Provenienza Henan.


    N° cna0514 - Dinastia Ming 1488-1565
    MISURE H. cm. 111.6. L. cm. 54.3.
  • Vecchi Pini

    I pini sono rappresentati in tre grandi porzioni di tronchi a sinistra, due di essi si intrecciano fra loro.
    P. Toscano commenta: 'Solo un uomo ritirato, senza desideri mondani, ha potuto dipingere le ossa di questo nero dragone. Dopo nove giorni di pioggia scrosciante e di vento che soffiava per ogni dove ne è balzato fuori lo spirito divino'.
    Tecnica: inchiostro a pennello.
    Laboratorio di restauro della carta 'Karibari', Venezia.
    Nel Museo dal 1911. Provenienza Henan.


    N° cna0575 - Dinastia Qing 1850-1911
    MISURE H. cm. 85.8. L. cm. 152.8.
  • Armoniosi richiami nello stagno

    Rotolo verticale, pittore Huang Quan (900-965).
    Nel riquadro centrale dell'opera sono rappresentate due oche sulla riva di uno stagno. Ai lati destro, sinistro e superiore del riquadro sono applicate quattro iscrizioni con sigillo. Quella centrale, potrebbe essere autentica dell'Imperatore, mentre le altre tre sono posteriori (XVI sec.), opera di collezionisti.
    Il Prof. Lo Ch'ing, nel maggio 2004, commentò: 'Ottimo dipinto, uno dei più importanti pezzi del Museo; son particolarmente colpito dall'iscrizione in alto al centro, con calligrafia bella. Forse un dipinto eseguito in epoca appena successiva al sec. X, ma l'iscrizione è autentica e molto bella'.
    Tecnica: china nera su carta.
    Laboratorio di restauro della carta 'Karibari', Venezia.
    Nel Museo dal 1902.


    N° cna0513 - Dinastia Ming 1368-1644
    MISURE H. cm. 150.5. L. cm. 50.3.
  • L'imperatore Qianlong

    Ritratto dell'Imperatore Qianlong. Figura di ritratto maschile con veste gialla, blu e rossa, seduto su rocce ai piedi di tre alberi (susino, pino e bambù). Arco e frecce sono appese al pino. Sullo sfondo sono dipinte montagne. Pittura in stile meticoloso.
    Tecnica: acquerello su seta, foderato su carta.
    Laboratorio di restauro della carta 'Karibari', Venezia.
    Nel Museo dal 1964. Provenienza Henan.


    N° cna0507 - Dinastia Qing 1880-1911
    MISURE H. cm. 113. L. cm. 71.2.
  • Paesaggio

    Paesaggio in rotolo verticale. Paesaggio montano sullo sfondo.
    Tecnica: acquerello su carta da scena.
    Nel Museo dal 1911. Provenienza Henan.


    N° cna0523 - Dinastia Qing 1880-1911
    MISURE H. cm. 146.5. L. cm. 79.
  • Luohan

    Figura di monaco, con sopracciglia straordinariamente lunghe ed avvolto in un ampio mantello.
    Il Prof. Lo Ch'ing lo considera un 'ottimo dipinto, nonostante si tratti di una copia di un dipinto dell'epoca delle Cinque Dinastie, eseguito durante i primi Ming (sec. XV o anche prima)'.
    Tecnica: acquarello su seta.
    Laboratorio di restauro della Dott. Luana Maekawa di Firenze. Ente finanziatore l’Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali (IBACN) della Regione Emilia Romagna di Bologna.
    Nel Museo dal 1912. Provenienza Henan.


    N° cna0598 - Dinastia Ming 1370-1450
    MISURE H. cm. 127.5. L. cm. 61.5.
  • Bodhidharma attraversa il Fiume Azzurro

    Calco di Bodhidharma che attraversa il Fiume Azzurro su un canna.
    Venerato come il primo patriarca della tradizione buddhista cinese chan (giapponese zen), Bodhidharma fu un monaco indiano che giunse e soggiornò in Cina tra la fine del V e i primi decenni del VI secolo.
    Nel tempo, i pochi frammenti biografici si sono amplificati nei racconti agiografici dando origine a una ricca e fantasiosa produzione di racconti e di iconografie originali.
    Una di queste lo ritrae in equilibrio su una canna mentre attraversa il Fiume Azzurro, in riferimento al suo allontanamento dalla corte dell’imperatore Wu dei Liang per dirigersi verso la Cina settentrionale.
    La figura eroica e possente di Bodhidharma, sorretto in maniera improbabile da una canna, evoca i poteri sovrannaturali attribuiti al personaggio e la sua personalità non convenzionale.
    La scarpa che pende dal bastone si riferisce invece a un’altra leggenda, secondo la quale tre anni dopo la sua morte Bodhidharma fu avvistato in Asia centrale mentre ritornava in India calzando una sola scarpa.
    Tecnica: inchiostro nero su carta.
    Nel Museo dal 1925. Provenienza Shaolin.


    N° cna0592 - Periodo Repubblicano 1912-1925
    MISURE H. cm. 113. L. cm. 55.
  • Pini e Cicogne

    Calco Pini e Cicogne molto ben fatto, con variazioni di inchiostro: nero sullo sfondo, più chiaro nelle rocce e dintorni. Proviene da stele del 1680.
    Due cicogne sono rappresentate in un paesaggio costituito da due alberi di pino, rocce, piante e un ruscello. Popolari simboli taoisti della lunga vita.
    Trascrizione a destra in alto: 'Dipinto dei pini e delle cicogne. Nella primavera dell'anno 'Geng Shen' (1920), Zhu Ji Yi scrisse'.
    Tecnica: inchiostro nero su carta.
    Nel Museo dal 1925. Provenienza Henan.


    N° cna0577 - Periodo Repubblicano 1920
    MISURE H. cm. 195. L. cm. 80.7.
  • Stele Cristiana

    Stele Cristiana dei gesuiti di Xian. Opera di Zhao Guowe, ying Andong, da stele del 1644. Intitolata (alto, destra) 'Breve spiegazione sulla giusta via di Dio (Tianzhu, Signore del Cielo)'.
    In alto, entro una cornice quadrata v'è una croce con il titolo INRI. Subito sotto inizia l'iscrizione in lode della religione cristiana, divisa in tre parti. Le prime due contengono venti linee di caratteri in stile normale (kaishu), la terza ne contiene diciotto, più le firme dell'autore, in stile lishu.
    Al centro, in alfabeto latino, è scritto: P.P.(atres) Europae Societatis Iesu. Sculp(serunt) anno Domini MDCXXXXIV (1644).
    Tecnica: inchiostro nero su carta.
    Nel Museo dal 1930. Provenienza Bei Tang, Xian.


    N° cna0630 - Periodo Repubblicano 1912-1925
    MISURE H. cm. 143. L. cm. 63.5.
  • Tempio di Wo Long Gang

    Veduta del tempio di Wo Long Gang 'la collina del dragone addormentato'. Sulla sommità di una collina si estende il complesso di edifici, circondati da mura, che costituivano la dimora di Zhuge Liang. Questo calco ne è la mappa, con un'iscrizione poetica in alto, a sinistra.
    La collina del Dragone sdraiato, in cui secondo la tradizione Zhuge Liang sarebbe vissuto, si trova a pochi chilometri da Nan Yang (Henan), a sud ovest della città.
    Tecnica: inchiostro nero su carta.
    Nel Museo dal 1925. Provenienza Henan.


    N° cna0529 - Periodo Repubblicano 1920-1925
    MISURE H. cm. 61.5. L. cm. 108.
  • Roccia e Bambù

    Questo calco 'Roccia e Bambù' che proviene da stele del XIV secolo, ha al suo centro la parte inferiore di uno stelo di bambù da cui parte un solo rametto di foglie. Il bambù è ben dipinto e ben scavato nella lastra. La pianta cresce fra acqua e roccia.
    Con iscrizione e sigillo: 'Disegnato da Shizan, maestro taoista (soprannominato) Song He'.
    Tecnica: inchiostro nero su carta.
    Nel Museo dal 1925. Provenienza Henan.


    N° cna0581 -Periodo Repubblicano 1920-1925
    MISURE H. cm. 44. L. cm. 61.7.
  • Ritratto di Confucio

    Calco da stele di Xian, Bosco delle Lapidi, del 1734. 'Effigie del supremo Maestro' dice il titolo in alto, in stile sigillo (xiaozhuan). Disegno eseguito da Yun Li (principe Guo) della Dinastia Qing.
    Ritratto del filosofo Confucio, le mani tenute infilate nelle lunghe maniche del vestito, ornato attorno al collo da una fascia bianca, con folti baffi e barba. Tipico cappello del letterato cinese, con chiodo che lo trapassa da parte a parte.
    Tecnica: inchiostro nero su carta.
    Laboratorio di restauro della carta 'Karibari', Venezia
    Nel Museo dal 1911. Provenienza Henan.


    N° cna0496 - Dinastia Qing 1900-1911
    MISURE H. cm. 192. L. cm. 160.
  • Shouxing

    Shouxing “Stella della Longevità” o Shoulao “Vecchio della Longevità” è una divinità taoista ritenuta dispensatrice di lunga vita. Questo calco proviene da stele del XVII secolo, di Longmen, Tempio Qian Qi.
    È rappresentato da un vecchio con il cranio allungato e con la barba e i baffi bianchi che si sostiene su un bastone nodoso.
    Le nodosità del corpo, al pari di quelle delle piante, lungi dall’essere considerate deformazioni antiestetiche, sono l’espressione del rallentamento del flusso della linfa vitale che garantisce il prolungamento dell’esistenza.
    Spesso al suo fianco compaiono un cervo, altro simbolo di longevità, e un giovanetto che tiene in mano la pesca dell’immortalità.
    Tecnica: inchiostro nero su carta.
    Laboratorio di restauro della carta 'Karibari', Venezia
    Nel Museo dal 1925. Provenienza Henan.


    N° cna0631 - Periodo Repubblicano 1920-1924
    MISURE H. cm. 93.2. L. cm. 51.5.
  • Ritratto di Zhong Kui

    Ritratto di Zhong Kui della serie 'Songshan', proviene dal monastero di Shaolin.
    Porta un cappello da letterato, un libro nella mano destra e il 'qin' (cetra cinese) sotto l'ascella del braccio sinistro.
    La stele fu scolpita nell'anno 1624, ed è conservata nel tempio di Shaolin, contea di Dengfeng (Henan). Il nostro calco risale probabilmente all'anno 1925. Il calco era, originariamente, molto ben fatto, da una buona stele. E' purtroppo rovinato nella parte inferiore.
    Tecnica: inchiostro nero e rosso su carta.
    Nel Museo dal 1925. Provenienza Shaolin.


    N° cna0590 - Dinastia Qing 1900-1920
    MISURE H. cm. 187. L. cm. 105.
  • Paesaggio
  • Due cicogne
  • Trampoliere
  • Vecchi Pini
  • Armoniosi richiami nello stagno
  • L'imperatore Qianlong
  • Paesaggio
  • Luohan
  • Bodhidharma attraversa il Fiume Azzurro
  • Pini e Cicogne
  • Stele Cristiana
  • Tempio di Wo Long Gang
  • Roccia e Bambù
  • Ritratto di Confucio
  • Shouxing
  • Ritratto di Zhong Kui